La dispensa digitale: un intero workshop contenuto in un unico ebook

Cosa lasciare ai partecipanti, al termine di un workshop, per permettere loro di “portare a casa”, per intero, l’esperienza appena vissuta? L’ebook “Emozioni & Ospitalità”, che ho pensato per le mie attività Consulenza formativa rappresenta un contenitore ideale ed efficace da lasciare ai partcipanti dei miei workshop.

Clicca qui per leggere un interessante approfondimento
 

Andrea Succi destination marketing manager su dtv

Nuove Professioni con il Turismo Esperienziale raccontate in un’intervista su DI.TV

Il Turismo Esperienziale come leva per creare nuove professioni e produrre Valore per le economie locali.
Lo racconto in questa intervista andata in onda venerdì 12 gennaio 2018 su DI.TV. canale 92 del Digitale Terrestre.
Il “messaggio” è rivolto ad Enti locali, Consorzi, Operatori Turistici, Property manager, GAL, Enti di Formazione, Associazioni Culturali, Guide Turistiche, Agenzie di comunicazione, blogger, a chi intende rendere attraente e attrattivo il proprio territorio.
 

Il “Format GMT” come Attivatore di Innovazione Sociale e nuove figure professionali.

Bella opportunità quella ricevuta da Giacomo Sarti di Cefal, testimoniando la mia esperienza in un contesto internazionale di esperti di Cultura della Ruralità come i francesi di “Famille Rurale”, antesignani dell’alternanza Scuola-Lavoro in Europa.

 

Cattura

 

2.12.2014 “big data”…All’Ecomuseo delle Erbe Palustri il GMT incontra le Agenzie Viaggio romagnole per un Incoming Integrato

Diciamoci le cose come stanno: Per “Turismo in Romagna” si è sempre inteso la Riviera Adriatica da cui abbiamo acquisito espressioni come “destagionalizzare” ed “entroterra”, considerando implicito che il turismo romagnolo sia confinato alla spiaggia e a tre mesi all’anno (quando va bene).

Noi del GMT (Gruppo di Marketing Territoriale) riteniamo che la Romagna sia (e possa essere) molto di più, capace di far vivere emozioni e proporre motivazioni esperienziali di forte interesse per i mercati internazionali così come per gli italiani (compresi i “Romagnoli all’estero”..).

Stiamo pertanto lavorando per verificare la fattibilità di un’attività di Incoming turistico in Romagna, in forma strutturata e coordinata, dal collinare al mare per 365 giorni all’anno. Perché ogni stagione offre “Emozioni e Ospitalità”.

In questo ambito l’Agenzia Viaggio e in particolare la figura del “Direttore Tecnico d’Agenzia” rivestono un ruolo rilevante e non solo in osservanza della normativa regionale. Ma occorre conoscere bene il territorio per confezionare proposte su misura “inusuali” e di forte appeal, come altresì attivare un’attività commerciale innovativa rispetto ai tradizionali canali di fiere e workshop.

Così, visto il numero e la complessità degli argomenti, martedì 2 dicembre 2014,

abbiamo pensato di promuovere un incontro-confronto invitando chi per primi, fra Agenzie Viaggio e Direttori Tecnici si sono dimostrati più sensibili e interessati ad occuparsi di Incoming in Romagna. Erano presenti anche Local Experts, Guide Turistiche, Storytellers, Promotori di eventi del territorio, Consulenti di Social Media, Editori locali, Proprietari di strutture ricettive, etc.. etc..

 

Identità e Territorio: alla Tenuta Masselina del Gruppo Cevico, verso un Incoming Integrato

Tecnici di Agenzie Viaggio, Tour Operators, Guide e Accompagnatori Turistici, Local expert, Docenti e Consulenti di Marketing Turistico, Facilitatori di Marketing Territoriale, Strutture ricettive, Operatori dell’enogastronomia, Amministratori pubblici, Organizzatori di eventi, e potrei contiuare. Per riuscire a realizzare un’attività di Incoming in Romagna occorre tutto questo e al workshop ho presentato chi sta investendo da tempo per riuscirci…(maybe some day :-))).

Youtube

I Dialoghi di Mithrà: “Diversità di Genere: Valori ed Emozioni a Confronto. Cambiare i modelli di successo per cambiare l’azienda”..

 

con frecciaLe testimonianze dei “Dialoghi di Mithrà” coinvolgono Donne e Uomini che si sperimentano quotidianamente con la necessità di evoluzione, di aggregazione e di cambiamento…. Di tutti i generi.

Dopo il Successo del primo incontro tenutosi a Bologna, Mithrà ha raccolto il bisogno delle Persone di incontrarsi e confrontarsi su questi temi, non in una logica frontale di ascolto passivo, ma attraverso uno scambio di idee e di ruoli e di partecipazione; ed ecco che è nato il percorso ideale lungo la Via Emilia.

I “ dialoghi di Mitrhà” nascono nell’ambito del progetto “ Mithrà Donne”. La volontà è quella di portare un’ idea di collaborazione e aggregazione anche “ di genere” nell’ambito professionale ed aziendale che superi il vecchio limite delle donne che “si comportano da uomo” per raggiungere ruoli di potere o che gli uomini, che in questi ruoli ci sono, “hanno una sensibilità femminile” quando mostrano attenzione ai valori ed alle persone.

I tempi di crisi sono anche tempi di evoluzione. L’idea di Mithrà è che all’interno delle aziende o negli studi professionali vi sono Persone e che occorre cambiare gli attuali modelli di successo per innovare l’azienda e portarla oltre, anche attraverso Valori ed Emozioni.

Il “Club di prodotto”. Come, Quando e Perché farlo. Tra strategie di marketing e di commercializzazione del territorio.

Per Mercoledì 16 aprile in collaborazione con la Cooperativa “Oltrevalle” di Brisighella, Cefal e Fare Comunità ho organizzato un workshop di confronto su cos’è un club di prodotto, come funziona, come può essere attivato, quali risultati può offrire agli operatori turistici e a tutte le imprese che vivono il legame con il territorio come un risorsa.

Ci accompagnerà nell’interazione e confronto Riccardo Solmi, Presidente di Promo Appennino con esperienza commerciale nel turismo e del territorio di tutta la nostra Regione Emilia-Romagna.

Questa iniziativa si rivolge ad una fascia selezionata di Operatori che hanno partecipato al Per-corso “Emozioni & Ospitalità e, altresì, si colloca all’interno  del progetto Leonardo “So.To. – Socializing Tourism, integrated training course for social tourism”.

Al progetto So.To. partecipano Cefal Bologna in qualità di project leader e il Consorzio Fare Comunità, oltre a Enti pubblici e di formazione, Operatori turistici e Università di Grecia, Polonia, Spagna, Romania, e Malta. L’obiettivo principale del progetto è la sperimentazione e la successiva modellizzazione di un percorso formativo centrato sulla progettazione e gestione di un’impresa turistica a “vocazione sociale”.

Intendiamo la vocazione sociale in senso “allargato” con  al centro il turista come soggetto attivo, “diverso e non standardizzabile” che è umanamente mosso da motivazioni intrinseche, legate a tematiche sociali ed ambientali, e da emozioni suscitate dai luoghi e dalle comunità che visita. Da questo approccio nasce una nuova filosofia di marketing e di conseguente offerta turistica che  viene definita “Societing”.

Integrare le energie maschili e femminili. Un evento Mithrà Consulting a Bologna.

Cattura

Occorre incoraggiare le donne ( ma anche, e forse soprattutto, gli uomini..) ad esplorare il modo in cui le qualità distintive del femminile possono essere trasformate in competenze professionali. Questo permetterà loro (uomini e donne) di:

-acquisire atteggiamenti utili per facilitare l’approccio con altre figure nell’organizzazione (capi, colleghi, clienti, fornitori ..),

-anticipare ed esplorare situazioni ansiogene che preoccupano e inibiscono la spontaneità e la creatività,

-consolidare la capacità di esercitare l’ascolto attivo e percepire il punto di vista dell’altro,

– sviluppare competenze di problem-solving

– essere in grado di fare una ‘critica costruttiva’,

-essere in grado di “so-stare” nelle situazioni di conflitto.

Il senso del lavoro oggi è di promuovere il concetto di “BenEssere Organizzativo” che nasce da una sensibilità tutta femminile e vede nella persona ( uomo o donna che sia), con le sue emozioni, i suoi desideri, i suoi talenti la possibilità per un nuovo modello di crescita economica ma, soprattutto, umana.

Agricoltura e Turismo un binomio vincente: le emozioni del gusto e l’ospitalità diffusa sul territorio

Il periodo Gennaio 2012-Maggio 2013 mi vede coinvolto come coordinatore in una serie di corsi e seminari che rientrano nel progetto PRISMA – Progetto Rurale Integrato: Servizi, Multifunzionalità, Ambiente. Continue reading Agricoltura e Turismo un binomio vincente: le emozioni del gusto e l’ospitalità diffusa sul territorio