Vaccarizzo: il borgo che rinasce grazie alla teoria U di Otto Scharmer

Nella cultura dell’ospitalità, è responsabilità di tutti prendere consapevolezza (e conoscenza) delle proprie eccellenze. Ci vuole curiosità, intraprendenza, amore per la propria terra e per le sue tradizioni. Pensare a un territorio come se si trattasse di un marchio di qualità ridisegna il ruolo e la responsabilità di tutti i soggetti coinvolti, che ne hanno titolo, benefici e opportunità di sviluppo. Pensiamo alle amministrazioni locali, alle imprese e alle associazioni di rappresentanza economico-sindacale, al vasto mondo del no-profit e del volontariato, per giungere fino al singolo cittadino, sensibile alla qualità della vita della propria comunità.

Una cosa il virus ce l’ha insegnata: i confini non esistono. L’isolamento sociale al quale siamo stati costretti ha fatto emergere il valore della coesione. Realtà territoriali disarticolate e degradate, comunità locali poco coese e conflittuali non potranno più immaginarsi competitive e attraenti nel prossimo futuro. Il vero vaccino si chiamerà capitale sociale.

In Calabria, in provincia di Cosenza, il borgo di Vaccarizzo di Montalto Uffugo è a rischio spopolamento. In paese, come spesso accade, ne facevano una questione di politica locale, ma per il Mit di Boston si trasformerà in un prototipo di rigenerazione sociale, attraverso una grande iniziativa internazionale che coinvolge 35 paesi del mondo, 300 team e altrettante idee di trasformazione sociale. Da questo è nato «I live in Vaccarizzo».

Per il sito del progetto ho scritto un articolo, dal titolo Il vero vaccino si chiamerà Capitale Sociale. L’articolo sviluppa alcuni dei temi che ho trattato nel corso di un’intervista radiofonica (ascoltabile in podcast su RADIOVACCARIZZO), rilasciata alla referente della comunicazione della Cooperativa di Comunità nata per realizzare questo bellissimo progetto di trasformazione sociale, preso a prototipo dal MIT di Boston.

Parole-chiave: Relazione – Autenticità – Partecipazione – Capitale Sociale – Cooperazione – Bene Comune e… tanta formazione di qualità!